Pubblicato da: rainbowman56 | 21 ottobre 2014

The Economist, copertina dedicata ai diritti gay

Originally posted on Anellidifum0's Blog:

La settimana scorsa la rivista di politica ed economia britannica The Economist(sì, quella che piaceva tanto a Berlusconi…) ha dedicato la sua copertina al tema del momento: i diritti umani per le persone GLBT. Il succo dell’articolo di apertura era: dal 1995 a oggi, ossia da quando la rivista ha per la prima volta dedicato la sua copertina ai diritti gay, moltissimo è cambiato nel mondo, al punto che oggi si può dire che il pianeta è diviso nettamente fra nazioni in cui il principio d’eguaglianza ha fatto breccia nelle aule di giustizia e nei Parlamenti (l’Occidente intero, a parte Grecia e Italia) e le nazioni in cui, al contrario, si sono approvate leggi liberticide e sanzioni contro l’omosessualità (parti dell’Africa e dell’Asia islamica). A seguire, una serie di servizi su come eravamo e come siamo, le differenze socio-economiche che si sono registrate nei paesi occidentali e così via.

View original 39 altre parole

Pubblicato da: rainbowman56 | 14 ottobre 2014

Sinodo e gay: parole nuove, ma stesse idee

Originally posted on Il lato fucsia della forza:

il sinodo apre davvero alle persone LGBT?

Le parole scaturite dal sinodo dei vescovi sull’accoglienza delle persone omosessuali vengono salutate da molti e molte come una novità assoluta, come un’apertura senza precedenti, come il cambio di passo del Vaticano rispetto alla questione dei diritti civili. Aurelio Mancuso, ex presidente di Arcigay, in qualità di gay credente nota parole nuove che gli riempiono il cuore di gioia. Sergio Lo Giudice, senatore del Pd, scrive su Facebook «A questo punto alleiamoci direttamente col Vaticano e lasciamo perdere gli integralisti omofobi di NCD».

Ma quali sono queste parole nuove che dovrebbero colmarci di gaudio e farci giubilare come in una domenica di Pasqua?

Le persone omosessuali hanno doti e qualità da offrire alla comunità cristiana. Siamo in grado di accogliere queste persone garantendo loro uno spazio di fraternità nelle nostre comunità? Spesso esse desiderano incontrare la chiesa che sia casa accogliente per loro. Le…

View original 654 altre parole

Pubblicato da: rainbowman56 | 10 ottobre 2014

L’Italia che non si rassegna

Originally posted on Il lato fucsia della forza:

Angelino Alfano

Ho scritto due articoli, uno per Gay.it e l’altro per il Fatto Quotidiano.

Nel primo parlo di Sentinelle in piedi; riporto la parte più importante, a mio giudizio:

Eppure qualcosa va riconosciuto alla manifestazione delle cento piazze, poi divenute manco novanta e poi ridottasi della metà: aver unito tutta quella società civile, fatta di realtà politiche, organizzazioni studentesche, associazioni LGBT e semplici passanti contro il pensiero omofobico. Tutte queste persone, infatti, hanno sentito la necessità di ricordare a chi guarda al medioevo, alla Russia o all’Uganda, che il nostro paese per quanto difficile e controverso in materia di diritti civili non può permettersi il lusso di dare cittadinanza a chi scambia ancora oggi l’odio contro una categoria di persone per libertà di pensiero.

Anche nel secondo tratto di un argomento paradossale, ovvero Angelino Alfano e le sue circolari:

Parliamo del nulla. Ovvero delle mirabolanti imprese politiche di Angelino Alfano…

View original 146 altre parole

Pubblicato da: rainbowman56 | 10 ottobre 2014

Post breve sulle sentinelle in piedi e la libertà di opinione

Originally posted on Totentanz:

Mi preoccupa il sostegno generale alla presunta “libertà di esprimere la propria opinione” di cui la ridicola pantomima delle cosiddette sentinelle in piedi avrebbe diritto. Per esempio, Italians di Severgnini (un vero e proprio tempio del qualunquismo italiano), ospita per due giorni di seguito lettere che sostengono questo pseudodiritto delle sentinelle, senza alcun contraddittorio, e con le solite stronzate a sostegno delle ormai antiquate tesi omofobe. L’espressione “ho amici gay che la pensano come me” legittima le tesi strampalate e ignoranti della signora Giulia Martinelli (“se i gay possono fare i Gay Pride, allora le Sentinelle possono leggere in piazza”, perché si sa, il gay pride è una manifestazione che promuove discriminazione e segregazione come quella delle sentinelle, no?), mentre per la signora Francesca Coltellaro l’intento violento e ferocemente oppressivo che sta dietro una manifestazione così apparentemente pacifica e remissiva non lede la dignità di nessuno.

Allora ascoltiamola, l’opinione che queste sentinelle…

View original 252 altre parole

Pubblicato da: rainbowman56 | 9 ottobre 2014

TREY A BAD BOY LOOK FOR AN ANGEL?

Originally posted on the gay side of life:

Trey Mitcham

Trey Mitcham

The picture of the young male model Trey Austin Mitcham which are gathered in this post are definitively misleading. The look of a bad boy which appears here are far from the real Trey who is a good boy very open to others and ready to help people in tough situation. He recently made a mission in Peru. In his social network accounts he always refers to the Bible and he expresses the love he has for people. Here are some of his quotes:

Show me love teach me truth break my heart for what breaks yours.
Therefore, I am fearfully and wonderfully made, my soul knows full well.

Jesus is my source of significance in this world.

So can we just imagine that Trey is a beautiful person, an handsome guy with the beauty and the heart of an angel.

Trey is 18 y/o , he is…

View original 29 altre parole

Pubblicato da: rainbowman56 | 9 ottobre 2014

Islam vs liberalism

Originally posted on Why Evolution Is True:

It looks like a day of discussion about Islam today. I don’t mind posting twice about it in a row, for I do see it as perhaps the most important issue of our day: a clash between a modernity born of the Enlightenment and a group of people (I’m not referring, of course, to all Muslims) whose views and morality are positively medieval. It is as if modern civilization was suddenly put into contact with our morally retrograde ancestors, except that it’s occurring now.

And here is the problem of liberalism encountering Islam: a video op-ed by MSNBC‘s Chris Hayes on his show All In on Monday:

Hayes emphasizes that any discussion of Islam that doesn’t involve Muslims is invalid. That’s bogus. Islam is a code of belief, and is open for discussion by anyone. Certainly discussions should try to avoid distortion, but really—Hayes think that Reza Aslan is a good participant…

View original 1.316 altre parole

Pubblicato da: rainbowman56 | 9 ottobre 2014

Violenza inaudita

Originally posted on non si sevizia un paperino:

tupperwaste

Ci sarebbero così tanti argomenti da affrontare oggi che mi spiace parecchio doverne lasciare fuori molti e scegliere di concentrarmi su pochi temi. Ma la vita è fatta di sacrifici, come saprete, quindi procediamo.

Alcune persone stanno chiedendo di abbattere una creatura di dio perché potenzialmente pericolosa.

View original 754 altre parole

Pubblicato da: rainbowman56 | 9 ottobre 2014

USA, la Corte Suprema respinge il ricorso contro le nozze per tutti

USA, la Corte Suprema respinge il ricorso contro le nozze per tutti.

Pubblicato da: rainbowman56 | 9 ottobre 2014

Omofobi a piedi, il miglior ufficio stampa per i diritti gay

Originally posted on Anellidifum0's Blog:

Nella giornata di ieri c’è stata una certa tensione in alcune piazze d’Italia. Un movimento apertamente omofobico, autonominatosi Sentinelle in piedi” [sic], che si batte contro l’uguaglianza dei diritti civili di tutti gli italiani, ha organizzato delle cosiddette “veglie” in pubblico.

L’immagine di queste veglie rimanda a memorie davvero tristi: poche persone in piedi, immobili, a distanza di due metri una dall’altra, in silenzio. Fanno finta di leggere un libro, a volte tenuto alla rovescia. Osservano un atteggiamento marziale. I volti segnati da una cattiveria senza un vero perché. Inquadrati in modo assai severo dal loro servizio d’ordine, che si muove a scatti nervosi, con tanto di pettorine colorate. Un servizio d’ordine che ha imposto loro il silenzio: le “sentinelle” non hanno diritto a parlare con chicchessia, soprattutto con la stampa. I giornalisti sono dunque costretti a passare per i portavoce ufficiali, dovendo così rinunciare…

View original 79 altre parole

Pubblicato da: rainbowman56 | 9 ottobre 2014

Le sentinelle in piedi sono malate. Si curino

La sindrome passivo-aggressiva delle “sentinelle in piedi” è implicita nel loro atteggiamento di rifiuto del dialogo e nel loro patologico attaccamento ai più ignobili pregiudizi. Sui loro miserabili siti non ammettono dissenso perchè hanno paura che qualcuno possa far loro sorgere il dubbio di avere torto. Fanno finta di leggere libri, e quali libri! Libri che li confermano nella loro ignoranza e meschina ipocrisia. Contestarli e sbertucciarli (non certo aggredirli come pare abbiano fatto certi idioti a Bologn) è giusto e doveroso da parte della società civile.

Older Posts »

Categorie

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 129 follower