Pubblicato da: rainbowman56 | 21 giugno 2015

Sentinelle contro LGBT. Il nuovo volto del fascismo: in pericolo la libertà di tutti


Sentinelle contro LGBT. Il nuovo volto del fascismo: in pericolo la libertà di tutti

Eppure la storia insegna a non ripetere gli errori del passato, ma…

Non ci sono bastate le crociate. Quando bande di delinquenti in preda al fanatismo religioso sfruttavano la chiamata alle armi dei papi e partivano a trucidare credenti di altre religioni in nome diDio, alla ricerca di terre in cui estendere il loro dominio.

Non c’è bastata la caccia alle streghe. Quando le donne venivano torturate e arse vive perché accusate dagli esaltati di essere strumenti del demonio, per un neo, per i capelli rossi, per un gatto nero, perché antipatiche a qualcuno, perché erano vedove, sole, ricche cui confiscare i beni.

Non c’è bastato il tribunale dell’Inquisizione, a caccia di chi non la pensava come loro. Altro che libertà d’opinione: ammazzare “i malefici ed i sortilegi che con arti superstiziose tentano di danneggiare il prossimo”; ciò che oggi fanno alcuni di loro, eppure noi li lasciamo liberi. Ma, si sa, avevano un debole per i falò.

Non c’è bastato l’Indice dei libri proibiti, con cui censuravano tutto ciò che andava contro il loropensiero unico, la loro dittatura ideologica.

Non ci sono bastati i papi puttanieri, le discriminazioni nei confronti dei malati di tumore, l’insegnamento dell’odio contro gli Ebrei, le guerre di religione, le guerre di conquista, le guerre contro gli scienziati, le esecuzioni capitali, la vendita delle indulgenze, il nepotismo, le orge nelle regge dei papi, né Bonifacio VIII all’inferno, né le torture dei malformati e dei disabili ritenuti figli del demonio, né gli scandali sulla pedofilia, né gli abusi sessuali sugli indifesi e nei collegi dei bimbi orfani o sordomuti, né le lotte della Chiesa contro i matrimoni fra bianchi e neri, né il connubio della Chiesa col fascismo, né l’umiliazione della dignità della donna.

Non c’è bastato tutto questo per capire dove può portare il fanatismo e l’integralismo religioso, anche cattolico.

Gli italiani sono davvero un popolo con poca memoria. Hanno dimenticato gli orrori del fascismo e dell’intolleranza e stanno per ricaderci.

C’è il serio rischio, oggi, che i neofascisti riescano a riguadagnare terreno in Italia infiltrandosi fra adunanze di invasati religiosi di cui condividono le istanze.

 

A volte i fanatici si chiamano Sentinelle in piedi, gruppi di fondamentalisti pseudoreligiosi cattolici: la risposta italiana agli estremisti islamici. Pretendono di difendere il loro diritto alla libertà di limitare la libertà degli altri, invitando le Istituzioni italiane laiche a discriminare in nome di fantomatici principi male interpretati – e superati dagli stessi teologi – scritti nell’Antico testamento.

Sta prendendo piede, così, una sorta di Maccartismo moderno, in cui i diritti civili sono arsi vivi sotto l’impero selvaggio di isteria religiosa, pregiudizio, ingiustizia sociale, paranoia, superstizione, ignoranza, fomentazione della paura del diverso, circonvenzioni d’incapaci.

Insegnanti di religione che parlano dell’omosessualità come di una malattia e altri che prendono a calci un minorenne perché gay, fra l’incarico clientelare ricevuto dal vescovo che li sceglie e lo stipendio pagato con i soldi dello Stato “laico”;vescovi che ogni giorno vomitano sentenze e anatemi dal basso della loro cafonaggine, che offendono con accuse sempre più insopportabili, presentando la religione come fosse scienza e la Bibbia come fosse un testo scientifico, scritto oggi, fra la mazzetta di un boss mafioso, da un lato, e l’inchino sottobanco a un politico ladro, disonesto, bugiardo, puttaniere, divorziato e magari frocio represso, dall’altro.

Queste persone sono diretti responsabili del clima d’odio e d’intolleranza in cui versa il Paese, di drammi familiari agghiaccianti, di storie di genitori che torturano e massacrano di botte i figli gay, di zie che ordinano al nipote d’impiccarsi perché gay, di giovani vite che si lanciano dalle finestre perché “l’Italia è Paese omofobo”, di altri che s’impiccano con una sciarpa.

E poi ci sono le ronde punitive di branchi di fascisti contro ragazzini; i cavalli di Troia diBagnasco; le riesumazioni diRuini; le prese di culo diFrancesco; i piccioni di Povia; le balle di Ferrara; gli insulti diGasparri; i manifesti scientifici diForza Nuova; quelli che stanno zitti e in piedi perché passano il resto del tempo in ginocchio e perché, se parlano, usano l’italiano come farebbe una creatura di 6 anni, di madrelingua tedesca, emigrata in Francia e in collegamento dalla luna.

E queste sono le persone che pretendono che opinioni allucinanti – contrarie alla scienza e ai principi di uguaglianza – vengano rispettate? Ma come si può rispettare il pensiero di chi è xenofobo, di chi èantisemita, di chi è maschilista, di chi è sessista, di chi è omofobo, di chi è fascista, di chi è malato di fanatismo? Non si può, non si deve, rispettare chi discrimina basandosi su antiche superstizioni, chi odia.

1 / 2

Che razza di rispetto può rivendicare chi chiede di discriminare gli altri?

Eppure, queste riflessioni, non vogliono essere un attacco alla religione cattolica, ma un appello ai veri credenti, che hanno il diritto di credere in tutto ciò che li fa star bene: isolate gli estremisti religiosi, spiegate loro che ciò che conta è l’amore per il genere umano, la bellezza inestimabile della libertà. Nessuno Stato, nessuna religione, può imporre una scelta contraria alla coscienza positiva di un essere umano, nemmeno Dio lo ha fatto. Il pericolo per il genere umano non sono i matrimoni fra persone omosessuali, né le adozioni, né la fecondazione assistita, né gli atei, né gli scienziati, né i medici, né l’interruzione dell’accanimento terapeutico; i veri pericoli si chiamano fanatismo e intolleranza.

Date un po’ di spazio alle Sentinelle e ai fanatici religiosi e ripristineranno l’Inquisizione come tribunale, metteranno la Bibbia al posto della Costituzione e innalzeranno, al posto del tricolore, un’enormecroce grondante di sangue in cui crocifiggeranno i nuovi cristi dei giorni nostri: atei, gay, lesbiche, trans, oppositori, intellettuali e infedeli.

Date un dito ai fanatici della religione cattolica e ci sveglieremo di colpo, un giorno, in una nuova alba del Medioevo più buio.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: