Pubblicato da: rainbowman56 | 24 maggio 2015

La santità del paradigma eterosessuale


ius20pg

di Michael Crisantemi

Con l’espressione “paradigma eterosessuale” intendiamo quella regola non scritta ma presente nel sistema per cui il soggetto di diritto viene pensato e presupposto per la caratteristica naturale delle sua condizione eterosessuale, relegando nell’indifferenza giuridica chi non rientra o si conforma a questo canone. Il problema è generale e complesso, arrivando ad incidere sulle questioni attinenti il riconoscimento identitario delle persone omosessuali.
Negli ultimi anni, il tema ha interessato anche il dibattito scientifico, soprattutto in riferimento alla questione del matrimonio egualitario. Com’è noto, nonostante non si rinvenga nell’ordinamento una definizione di matrimonio, né una norma che faccia divieto espresso a due persone dello stesso sesso di sposarsi, il matrimonio gay non è consentito. Da questa proibizione, poi, ne discendono molte altre a catena: basti pensare al mancato riconoscimento dei diritti successori e alle limitazioni in tema di filiazione (adozione, accesso alla fecondazione medicalmente assistita, ecc.)

View original post 445 altre parole


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: