Pubblicato da: rainbowman56 | 11 maggio 2015

Basta parlare di “raptus”


Il criminale che ha violentato la tassista di Roma crede di giustificarsi dicendo  “è stato un raptus”, cioè un impulso improvviso irresistibile che genera una momentanea follia. Ma nella maggior parte di casi simili a questo non c’è nessun raptus, solo premeditata violenza. “Raptus” è la difesa preferita di femminicidi e violentatori, che abusano  di una nozione che di scientifico ha molto poco. Una persona adulta sana di mente è tenuta a governare e controllare i propri impulsi aggressivi, e finche una perizia psichiatrica non prova il contrario  è da ritenersi. pienamente responsabile dei suoi atti. Tutto questo fa parte della mentalità eterosessista, secondo cui il maschio, presunto “superiore” alla femmina, viene nondimeno considerato incapace di dominare i propri impulsi in presenza di una femmina. Bella superiorità! No, non esiste che maschi violenti e brutali possano ricercare attenuanti nella finzione del “Raptus”, a meno che non siamo malati di mente.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: