Pubblicato da: rainbowman56 | 20 giugno 2013

Maturità e programmi scolastici


A parte le annose polemiche sull’esame di maturità, sulle tracce dell’esame, che si ripetono monotone come l’ennesima replica  televisiva, vorrei sapere perchè i programmi, in terza liceo, arrivino a malapena in storia alla fine della prima Guerra Mondiale, e in Letteratura a D’Annunzio e Pirandello. Così era ai lontani tempi della mia maturità, così è ancora oggi.  Col risultato che  ci sono generazioni che non hanno mai sentito parlare, se non in via informale, del fascismo, della Resistenza, del Sessantotto, per non parlare di eventi più recenti. E in letteratura, chi mai ha sentito parlare di Silone, Pavese, Calvino, Eco, se non fuori dai programmi “ufficiali”? Forse sarebbe il caso di stringere sulle imprese di Alberto da Giussano e le Disfide di Barletta, sintetizzare l’analisi di Dante e Manzoni, sorvolare su Arcadi e Piccoli Mondi antichi e arrivare ALMENO a coprire la prima metà del secolo scorso. Che ne dite?


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: