Pubblicato da: rainbowman56 | 20 giugno 2013

Letture gaye


Diciamo intanto che in Italia la letteratura omosessuale è boccheggiante come il resto della letteratura italiana contemporanea: qualcosa che non sia del tipo alegher alegher ( La morte della bellezza, Resistere è inutile, Camere Separate, belli ma non esattamente rincuoranti) o del tipo autobiografico-spiritoso non impegnativo (Tipo il romanzo di Insy Loan alias Alessandro Michetti ) è difficile trovarli. Altrimenti abbiamo mattoni come “Cani Randagi” , o raccolte di raccontini esili esili, più  bozze che racconti veri e propri.  Un Armistead Maupin, un Ethan Mordden, un Josh Lanyon , un Alex Sanchez in Italiace li possiamo sognare, per non parlare di un Hollinghurst, di un White o di un Cunningham. Due eccezioni, “Tutta colpa di Miguel Bosè”, divertente pseudo-autobiografia di Sciltian Gastaldi, e l’ironico “Scappare Fortissimo” di Stefano Moretti sulle disavventure di in a sorta di moderno Cagliostro gay.. Carini, anche se non superlativi.Piuttosto che leggere Luca Bianchini o Walter Siti mi leggo l’Opera Omnia  del Fogazzaro.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: