Pubblicato da: rainbowman56 | 16 gennaio 2011

Dieci grandi romanzi italiani-la mia lista


Amazon.it non ha la LISTMANIA, e io adoro le classifiche e le liste! Bisognerà che glie lo dica. Intanto, visto che il Corriere ha la sua lista di romanzi dell’Italia Unita, io ci metto la mia. Purtroppo non ho letto molti romanzi italiani, ma ne ho letto qualcuno… E fra quelli che ho letto, ecco i miei preferiti:

1) I PROMESSI SPOSI di Alessandro Manzoni. Sì, loro. Vorrei che ci fosse un altro romanziere italiano capace di scrivere un romanzo storico con personaggi così ben caratterizzati  e vivi, un’ambientazione storica così accurata, una trama così avvincente. La scuola non è riuscita a farmelo odiare.( I VICERE’ non l’ho letto a scuola, ma l’ho odiato praticamente subito. Interminabile descrizione di un funerale all’inizio e personaggi odiosi).

2) Il Giornalino di Gian Burrasca. L’alternativa trasgressiiva a “Cuore”. Divertente, spassoso e satirico, immortale il personaggio dell’avvocato Maralli “Libero pensatore in città e bigotto in campagna”, italianissimo.

3) FONTAMARA di Ignazio Silone. L’importanza della cultura e dell’istruzione per combattere la tirannia non è mai stata così ben dimostrata. Lo stile è terso, secco, i dialoghi vivaci e realistici, e personaggi come Don Circostanza e l’Impresario sono italianamente immortali come Domn Abbondio, Azzeccagarbugli, il Conte Zio e il Padre Provinciale dei Promessi Sposi.

4) DON CAMILLO di Guareschi. Non è un romanzo, ma la serie di Don Camillo ha allietato la mia infanzia di lettore. Divertenti, umani, descrittivi di un’epoca , sono tra i migliori racconti italiani, anche letterariamente.

5) LA BALLATA DEL MARE SALATO di Hugo Pratt.  E’ una graphic novel, non un romanzo, e allora? Vale molti ponderosi romanzoni e pietosi romanzetti di cui pullula la letteratura italiana. (tra parentesi: prima la sinistra, ora la destra si vorrebbero appropriare di Corto Maltese arruolandolo nelle loro file. Giù le mani, imbecilli! Corto Maltese è universale!)

6) e 7) “La Donna della Domenica e” A che Punto è La Notte” di Fruttero e Lucentini. L’elemento poliziesco è qui solo un pretesto per descrivere-magistralmente- tutta una società, rappresentata da una Torino nei primi anni Settanta.

8)”Il Nome della Rosa” di Umberto Eco. Forse non lo sapete, ma Eco è uno dei pochissimi romanzieri italiani correntemente tradotti all’estero. Ho adorato quel romanzo.

9) “Imperator”, di Giulio Castelli. Un superbo romanzo storico sulla fine dell’Impero Romano.Il protagonista è l’Imperatore Maggioriano, un uomo coraggioso e onesto che ha la sfortuna di diventare Imperatore negli ultimi anni dell’Impero Romano d’Occidente. Assistiamo alla sua ascesa, e ne sentiamo le aspirazioni, le illusioni, la sua nobile lotta per salvare un Impero che ormai è in dissoluzione, tra i pochi veri amici e i molti falsii, gli intrighi di Costantinopoli e di una chiesa sempre più preminente con lo svanire dell’Autorità civile. Un superbo,. magistrale ritratto della fine di un mondo. Per chi ama i romanzi storici, imperdibile.

10) Tutta Colpa di Miguel Bosè, di Sciltian Gastaldi. Storia di un “Metrosessuale” italiano negli anni Settanta. Un romanzo tenero e spassoso, da non perdere! (vedi mia recensione in Letture-Romanzi)

Tante scuse per non aver incluso il Gattopardo , che mi ha francamente rotto le scatole con il suo decadentismo giustificazionista di un negativo immobilismo, l’arrogante Aldo Busi, e il Camilleri, che non so se possa essere incluso nella letteratura ITALIANA, con tutti quei vocaboli in dialetto siciliano….


Responses

  1. Posso dirti la mia? Fa niente se non metto i Promessi sposi?

    La luna e il falò, Cesare Pavese
    Il compagno, Cesare Pavese
    La coscienza di Zeno, Italo Svevo
    Diceria dell’untore, Gesualdo Bufalino
    Marcovaldo, Italo Calvino
    La ballata del mare salato, Hugo Pratt
    Gli indifferenti, Alberto Moravia
    Il gorno della civetta, Leonardo Sciascia
    I malavoglia, Giovanni Verga
    Genius, Fabio Palma

    • Si capisce. Ognuno ha la propria lista, e mette e omette quello che vuole.Anche a me è piaciuto Marcovaldo, devo dire. Mi devo informare su Genius di Fabio Palma.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: